LEGGE MERLONI 109 94 PDF

Principi generali 1. Le norme della presente legge non possono essere derogate, modificate o abrogate se non per dichiarazione espressa con specifico riferimento a singole disposizioni. Nei contratti misti di lavori, forniture e servizi e nei contratti di forniture o di servizi quando comprendono lavori si applicano le norme della presente legge qualora i lavori assumano rilievo superiore al 50 per cento. Le amministrazioni aggiudicatrici possono imporre ai concessionari di lavori pubblici, con espressa previsione del contratto di concessione, di affidare a terzi appalti corrispondenti a una percentuale minima del 30 per cento del valore globale dei lavori oggetto della concessione oppure possono invitare i candidati concessionari a dichiarare nelle loro offerte la percentuale, ove sussista, del valore globale dei lavori oggetto della concessione che essi intendono affidare a terzi. Di tale aggiornamento deve essere data comunicazione al Parlamento. I soggetti di cui al decreto legislativo 17 marzo , n.

Author:Fenrik Brakinos
Country:Austria
Language:English (Spanish)
Genre:Video
Published (Last):9 November 2016
Pages:33
PDF File Size:5.69 Mb
ePub File Size:16.77 Mb
ISBN:861-6-59266-598-7
Downloads:61297
Price:Free* [*Free Regsitration Required]
Uploader:Nishicage



Principi generali 1. Le norme della presente legge non possono essere derogate, modificate o abrogate se non per dichiarazione espressa con specifico riferimento a singole disposizioni. Nei contratti misti di lavori, forniture e servizi e nei contratti di forniture o di servizi quando comprendono lavori si applicano le norme della presente legge qualora i lavori assumano rilievo superiore al 50 per cento.

Le amministrazioni aggiudicatrici possono imporre ai concessionari di lavori pubblici, con espressa previsione del contratto di concessione, di affidare a terzi appalti corrispondenti a una percentuale minima del 30 per cento del valore globale dei lavori oggetto della concessione oppure possono invitare i candidati concessionari a dichiarare nelle loro offerte la percentuale, ove sussista, del valore globale dei lavori oggetto della concessione che essi intendono affidare a terzi.

Di tale aggiornamento deve essere data comunicazione al Parlamento. I soggetti di cui al decreto legislativo 17 marzo , n. Gli appalti di forniture e servizi restano comunque regolati dal solo decreto legislativo 17 marzo , n. Delegificazione 1. Sono abrogati, con effetto dalla data di entrata in vigore del regolamento, gli atti normativi indicati che disciplinano la materia di cui al comma 1, ad eccezione delle norme della legislazione antimafia.

Il regolamento entra in vigore tre mesi dopo la sua pubblicazione in apposito supplemento della Gazzetta Ufficiale che avviene contestualmente alla ripubblicazione della presente legge, coordinata con le modifiche ad essa apportate fino alla data di pubblicazione del medesimo regolamento, dei decreti previsti dalla presente legge e dalle altre disposizioni legislative non abrogate in materia di lavori pubblici.

Sino alla data di entrata in vigore del suddetto regolamento restano ferme le disposizioni attualmente vigenti. Sono fatte salve le diverse sanzioni previste dalle norme vigenti. La riscossione della sanzione avviene mediante ruoli. Per gli appalti di importo inferiore a Fino alla stipula dei contratti collettivi di cui al decreto legislativo 3 febbraio , n. Il Consiglio superiore dei lavori pubblici esprime il parere entro quarantacinque giorni dalla trasmissione del progetto.

Decorso tale termine, il parere si intende espresso in senso favorevole. Il responsabile del procedimento deve essere un tecnico. Fatto salvo quanto specificatamente previsto con riferimento alla qualificazione relativa alla categoria dei lavori di restauro e manutenzione di beni mobili e delle superfici decorate di beni architettonici sottoposte alle disposizioni di tutela del citato testo unico delle disposizioni legislative in materia di beni culturali e ambientali, di cui al decreto legislativo 29 ottobre , n.

A decorrere dal 1 gennaio , i lavori pubblici possono essere eseguiti esclusivamente da soggetti qualificati ai sensi dei commi 2 e 3 del presente articolo, e non esclusi ai sensi del comma 7 del presente articolo. Restano ferme le disposizioni di cui alla legge 19 marzo , n.

Fino alla data di entrata in vigore del suddetto regolamento i requisiti e le relative misure sono stabiliti dalle amministrazioni aggiudicatrici. Il regolamento di cui al comma 2 stabilisce quali requisiti di ordine generale, organizzativo e tecnico debbano possedere le imprese per essere affidatarie di lavori pubblici di importo inferiore a Le disposizioni di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 10 gennaio , n.

Requisiti per la partecipazione dei consorzi alle gare 1. Consorzi stabili 1. Il consorzio stabile si qualifica sulla base delle qualificazioni possedute dalle singole imprese consorziate. Riunione di concorrenti 1. I lavori riconducibili alla categoria prevalente ovvero alle categorie scorporate possono essere assunti anche da imprese riunite in associazione ai sensi del comma 1. Programmazione dei lavori pubblici 1. Agli enti locali territoriali si applicano le disposizioni previste dal decreto legislativo 25 febbraio , n.

I soggetti di cui al comma 1 sono tenuti ad adottare il programma triennale e gli elenchi annuali dei lavori sulla base degli schemi tipo, che sono definiti con decreto del Ministro dei lavori pubblici. Le prescrizioni relative agli elaborati descrittivi e grafici contenute nei commi 3, 4 e 5 sono di norma necessarie per ritenere i progetti adeguatamente sviluppati.

Il responsabile del procedimento della fase di progettazione qualora, in rapporto alla specifica tipologia ed alla dimensione dei lavori da progettare, ritenga le prescrizioni di cui al comma 4 e 5 insufficienti o eccessive, provvede a integrarle ovvero a modificarle. Il progetto definitivo individua compiutamente i lavori da realizzare, nel rispetto delle esigenze, dei criteri, dei vincoli, degli indirizzi e delle indicazioni stabilite nel progetto preliminare e contiene tutti gli elementi necessari ai fini del rilascio delle prescritte autorizzazioni ed approvazioni.

Gli studi e le indagini occorrenti quali quelli di tipo geognostico, idrologico, sismico, agronomico, biologico, chimico, i rilievi ed i sondaggi, sono condotti fino ad un livello tale da consentire i calcoli preliminari delle strutture e degli impianti e lo sviluppo del computo metrico estimativo.

EUGEN BARBU INCOGNITO PDF

Legge Merloni: Legge quadro in materia di lavori pubblici - testo coordinato

LEGGE 11 febbraio , n. Ordinario n. Principi generali. Le norme della presente legge non possono essere derogate, modificate o abrogate se non per dichiarazione espressa con specifico riferimento a singole disposizioni. Ambito oggettivo e soggettivo di applicazione della legge.

HT640 ENCODER PDF

Legge Merloni

.

HULLABALOO IN THE GUAVA ORCHARD FREE PDF

.

Related Articles